Facciamoci del male: Top Look - Primavera-Estate 2014Lets hurt ourselves: Top Look - Spring-Summer 2014 - ElectroMode ElectroMode

Facciamoci del male: Top Look – Primavera-Estate 2014Lets hurt ourselves: Top Look – Spring-Summer 2014

gennaio 16, 2014

I top look – quelli che ti fanno desiderare di essere un’ereditiera filiforme secondo il vecchio adagio di Coco – arrivano puntuali ogni stagione a farci del male. E così, anche per la primavera-estate 2014, non ho potuto esimermi dalla mia esercitazione masochistica preferita.

Eccovi la carrellata top con anticipazione di alcuni dei trend che mi hanno presa all’amo e che verranno trattati singolarmente in seguito.

L’ordine come sempre è assolutamente sparso.

Ruches scultura.

Omaggio ai designer giapponesi, i trionfi di ruches di Dries Van Noten vanno al di là della forma per sconfinare nella pura poesia. Si rasenta la perfezione tra vertigini di tessuto ridondanti e delicate che evocano creature di porcellana fiammingo-orientali.

Mix & Match Chic.

Nessuno come la giovane designer Stella Jean riesce a combinare con naturalezza e classe infinita pattern, forme e culture mettendo insieme l’inimmaginabile: couture anni Cinquanta-Sessanta e turbanti alla Mami, tessuti del Burkina Faso (scelti nell’ambito dell’Ethical Fashion Initiative) e décolleté stile Chanel, motivi geometrici e fantasie a tema ornitologico. Il futuro è nel mix.

Plissé metal.

Tra bagliori metallici e atmosfere minimal il plissé nasce a nuova vita. E le eleganti suggestioni classiche alla Fortuny e alla Madame Grès sono contenute dal tocco street della felpa a spina di pesce. Super cool. Proenza Schouler

Mercatino delle pulci.

È incredibile, ma l’occhio di Miuccia trasforma tutto in oro e un esempio è questo outfit stratosferico tra kitsch e borghese. Ok il cappottino è di pitone pastello ma sovrapporlo a calze colorate traforate, borsa da regina Elisabetta, mary jane di vernice con spessi plateau e tunichette di perline da showgirl Roaring Twenties in condizioni normali non prometterebbe niente di buono. E invece… Miu Miu

Camicia maschile 1 (Décalage).

Le donne chic che la sanno lunga (come Inès de la Fressange) sulla gonna rasoterra e habillé indossano una semplice camicia maschile, in ossequio alla regola del décalage. Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli ne danno una superba interpretazione aggiungendo un fiocco romantico alla camicia di cotone azzurrino e abbinandola a una straordinaria gonna da Nefertiti. Valentino

Tropical.

Rilettura meno scontata dell’immancabile “fiori in primavera”, il tropical mette di buon umore. Aquilano.Rimondi lo declinano con ibiscus 3D incrostati di paillette su splendidi miniabiti/felpa in neoprene. Due trend al prezzo di uno.

Tropical Fetish Chic.

Ancora gonna lunga e ancora contrasti ma questa volta in pieno trend tropical e non proprio nel segno del décalage. Fausto Puglisi innesta sul duo gonna alla caviglia e giacca plissé le palme di L.A. e il reggiseno di pelle nera. Bon ton alla Grace Kelly e alla Carolina Herrera + pop alla Axl Rose + fetish da club berlinese per un risultato spettacolare.

Guerriere.

Piglio guerresco per l’Amazzone di Proenza Schouler che abbina ampi pantaloni da samurai a coturni giganteschi e corazze di rame da mitologia classica. Austera con quel quid leggendario che fa la differenza.

Minimal Romantico.

Prendi un soprabito austero, un po’ da istitutrice, aggiungi una cintura sportiva a delineare il punto vita, un paio di flatform nipponiche e una gonna spumeggiante effetto sarong ed ecco servito il nuovo look romantico: delicato, con echi oriental-rétro ma irresistibilmente sobrio e privo di zuccherose leziosaggini. Marni

Tropical metropolitano.
La camicia maschile a maniche corte ricorda quella di Magnum P.I. qui però con peonie giapponesi color confetto. In compenso il tropical riemerge sui sandali e sulla gonna con baschina di jais sotto forma di foglie di monstera intagliate. Vero amore! N°21
Neo Chic.

Il look chic del terzo millennio (perfetto per una neoeroina hitchcockiana o per una Deneuve dei giorni nostri) è così: gonna al ginocchio, linee asciutte e misurate ma in materiali techno come il neoprene, con una blusa/felpa al posto della camicetta e tanti poetici petali ondeggianti costituiti da borchie bucate e fili di seta. Marco de Vincenzo

Rock Lips.

C’è qualcosa di più evocativo e sensuale di una bocca? Tra Surrealismo e Pop Art, uno che di sensualità se ne intendeva – Yves Saint Laurent – circa 40 anni fa mandò in passerella un abito costellato di bocche. Hedi Slimane rispolvera quelle stesse bocche proponendole anche in versione top monospalla su pantaloni a vita alta. Decisamente rock’n’roll. Saint Laurent

Camicia maschile 2 + Boxer –
La prima cosa che ho trovato sulla sedia.

Questo – lo ammetto – è un look pericoloso. “Minimale”, prevede il binomio camicia alla Gordon Gekko e boxer di cotone. Perfetto nel suo essere maschile e femminile oltre che molto “suggestivo”. Certo la si può anche considerare la solita boutade da passerella e a dire il vero il pensiero di rivederlo in strada un po’ mi atterrisce, però così come concepito da Alexander Wang e indossato da Behati Prinsloo è semplicemente delizioso.

Fare Tappezzeria.

La stampa tappezzeria dilaga purché vistosa e d’altri tempi. L’effetto è un po’ divano della nonna – sì, quello che va in trio col quadretto a piccolo punto e col fagiano impagliato – e come tutte le cose che possono avere letture antitetiche o lo si ama o lo si odia. Per me è amore, che si tratti di Marni, Opening Ceremony o dell’immarcescibile e geniale Miu Miu.

Maschile.

Forse in una vita precedente dovevo essere uomo perché tra i capi che mi affascinano invariabilmente ci sono quelli maschili. Il più bello della primavera-estate 2014 è questo di Undercover: smilzo ma non skinny, impeccabilmente completo di soprabito e con quei dettagli fetish-futuristici che s’impongono senza strafare.

Arte Mix & Match.

E nella categoria arte e moda, the winner is: Prada. Ma sintetizzarla così è un po’ riduttivo. Perché prendere un’opera della street artist Jeanne Detallante e incastonarla in un abito bustier tra cristalli, paillette e dettagli gym, magari accompagnato da scaldamuscoli calcistici e assurdi sandali sagomati ha qualcosa di epico. Della serie: le mirabolanti gesta di Miuccia.

Here are the spring-summer 2014 top looks and a mini preview of some fashion trends of the season.
The order is absolutely open.

Sculptural ruches.

The ruches by Dries Van Noten – tribute to Japanese designers – transcend the shape straying into the pure poetic sensitivity. These spirals of fabric are bordering on perfection recalling celestial Flemish-Oriental creatures.

Chic Mix & Match.

The young designer Stella Jean is the queen of the mixes of patterns, shapes and cultures. She manages to combine Fifties-Sixties couture and Mammy turbans, fabrics from Burkina Faso and Chanel style décolleté, geometrical motifs and ornithological prints.

Metal plissé.

The new plissé is metallic and minimal. And the classical atmospheres of Fortuny and Madame Grès clothes are here muffled by simple sweatshirts. Proenza Schouler

Flea market.

It’s unbelievable but Miuccia turns everything into gold and this outfit is an example. The mix of pastel python coat, openwork stockings, Queen Elizabeth purse, patent leather mary janes and Roaring Twenties crystallized dress usually would not look very promising. Usually! Miu Miu

Male shirt 1 (Décalage).

Very chic women like Inès de la Fressange wear the long and habillé skirt along with a simple masculine shirt. Maria Grazia Chiuri and Pier Paolo Piccioli add a romantic bow to the shirt of blue cotton matched with an unbelievable lace skirt. Valentino

Tropical.
 

The tropical trend is the less predictable version of the flower print. Aquilano.Rimondi propose it through gorgeous neoprene minidresses/sweatshirts with 3D hibiscuses.

Tropical Fetish Chic.

Fausto Puglisi mixes the long skirt and the plissé jacket with the L.A. palm trees and the black leather bra. Bon ton + pop + fetish.

Warriors.
 

The Amazon by Proenza Schouler matches wide samurai trousers with giant cothurnuses and copper armours. This mythological girl is austere but legendary.

Minimal Romantic.

The new romantic look is fine, oriental-rétro but irresistibly sober and free from affectations like this one by Marni: an austere overcoat + a sporty belt + Japanese flatforms + a bubbly sarong skirt.

Tropical metropolitan.

The male short-sleeved shirt recalls Magnum P.I. but with Japanese rose peonies. The tropical trend appears again on the sandals and the peplum skirt in the form of cut out monstera leaves. N°21

New Chic.

This is the chic look of the third millennium (perfect for an hitchcockian new heroine or for a Deneuve of our time): knee-length skirt and moderate silhouettes but with techno fabrics, sweatshirts and many poetic fluttering petals. Marco de Vincenzo

Rock Lips.

40 years ago Yves Saint Laurent showed a dress fill of lips. Hedi Slimane dusts down those lips for a one shoulder top worn along with high-waist pants. Rock’n’roll. Saint Laurent

Male shirt 2 + Boxer.

I tell you: this one is a dangerous look. It’s “minimal” – with a Gordon Gekko shirt and cotton boxer shorts -, perfectly masculine and feminine but surely there are some people who consider it a catwalk oddity. Maybe but it is an adorable oddity. Alexander Wang

Be a wallflower.

An irresistibile trend is the tapestry print as long as it is flashy and rétro. The effect is a bit like the grandmother’s sofa and gives life to antithetical feedbacks. But I love it especially if it is by Miu Miu.

Male.

Maybe in a previous life I was a man because I’m always fascinated by the masculine clothes. The most beautiful masculine outfit of the spring-summer 2014 is this one by Undercover: slim but not skinny, suited by an overcoat and with some irresistible fetish-space age details.

Artistic Mix & Match.

Art and fashion. And the winner is: Prada. But this is a simplification because the mix of a Jeanne Detallante piece with a bustier dress, crystals, sequins, gym details and football legwarmer is an epic deed.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

FacebookTwitterTumblrPinterestGoogle+
css.php