7 cose top dalla London Fashion Week, FW 16-17 - ElectroMode ElectroMode

7 cose top dalla London Fashion Week, FW 16-17

febbraio 24, 2016

london-fashion-week_fw16-17_collage_electromode

LONDON FASHION WEEK. FW 16-17

La storia delle sfilate “see and buy” sta diventando un bel groviglio. Le modifiche al calendario, funzionali all’idea di Christopher Bailey, non vedono d’accordo Parigi, Pinault in particolare – proprietario di Alexander McQueen, Balenciaga, Saint Laurent e Gucci – e Alessandro Michele.

A ogni buon conto la London Fashion Week ha puntato su tecnologia e condivisione, seminando 60 megaschermi in tutto il paese proprio in linea con le passerelle destinate al consumatore di Burberry & co. La moda londinese parla però di atmosfere romantico-dark-punk, di rétro, di stampe rutilanti e atteggiamento easy. E questi sono i punti di riferimento delle 7 cose top della LFW.

 

OROLOGI, FARFALLE E UNICORNI. ALEXANDER MCQUEEN

Il tripudio onirico, simbolico e surreale di Alexander McQueen. Il massimo del romanticismo dark trionfa nei cappotti maschili con orologi, farfalle e unicorni, nelle catene e nei ciondoli appuntati sulle giacche, nelle acconciature strabordanti di ornamenti metallici e nei meravigliosi abiti finali in voile ricamati di cristalli e paillette tra cigni, occhi, cuori, stelle e fasi lunari, propiziatorie di notti incantate.

alexander-mcqueen_evan-schreiber_dazed_fw16-17_london-fashion-week_2

ph. Evan Schreiber – Dazed

alexander-mcqueen_fw16-17_london-fashion-week_2alexander-mcqueen_fw16-17_london-fashion-week_5alexander-mcqueen_fw16-17_london-fashion-week_13alexander-mcqueen_fw16-17_london-fashion-week_10alexander-mcqueen_fw16-17_london-fashion-week_12

 

NURSE VITTORIANE. SIMONE ROCHA

Lo stile da nurse vittoriana in nero – con panier, tessuti magmatici e scarpe dalla punta bombata – e la rielaborazione poetica della maternità di Simone Rocha.

Incantevoli gli abiti in chiffon con fiocchi, che in alcuni casi si sovrappongono come grembiuli medici ad altri capi.

simone-rocha_chloe-le-drezen_dazed_fw16-17_london-fashion-week_4

ph. Chloe Le Drezen – Dazed

simone-rocha_fw16-17_london-fashion-weeksimone-rocha_fw16-17_london-fashion-week_2simone-rocha_fw16-17_london-fashion-week_3simone-rocha_fw16-17_london-fashion-week_6

 

SILHOUETTE SCULTURA. J.W. ANDERSON

Le silhouette scultoree ma easy di J.W. Anderson e un certo mood sospeso tra dolcezza e aggressività.

Pezzi preferiti le maglie di sbieco su mini a petalo, le casacche in pelle trapuntata a metà tra biker e scherma, le mise con camicie borchiate, i vestiti conchiglia e i completi pantalone con nervature e maniche a boule.

jw-anderson_fw16-17_london-fashion-weekj.w.-anderson_fw16-17_london-fashion-weekj.w.-anderson_fw16-17_london-fashion-week_2j.w.-anderson_fw16-17_london-fashion-week_4j.w.-anderson_fw16-17_london-fashion-week_3

 

BON TON E COWBOY ANNI ’50. MARY KATRANTZOU

La combinazione di bon ton, tessuti classici e decori pop ispirati alla colorata estetica cowboy anni ’50 di Mary Katrantzou.

Molto belli i cappotti, le gonne in pelle con camicie ladylike, gli chemisier e gli abiti lunghi in voile intarsiato. Qua e là un pizzico di Gucci e Valentino.

mary-katrantzou_fw16-17_london-fashion-weekmary-katrantzou_fw16-17_london-fashion-week_2mary-katrantzou_fw16-17_london-fashion-week_4mary-katrantzou_fw16-17_london-fashion-week_5

 

MILITARE GLAM. BURBERRY

I minidress con fiori interamente coperti di perline, gli stivaletti borchiati e i capi spalla – dai cappotti militari a quelli in pitone o check – di Burberry. Tutto rilassato e un po’ bohemien, in un mix super sciolto di glam e army. La quiete prima della tempesta della prossima stagione.

burberry_fw16-17_london-fashion-week_3burberry_fw16-17_london-fashion-week_4burberry_fw16-17_london-fashion-week_6burberry_fw16-17_london-fashion-week

 

LILIUM E LAUREN BACALL. ERDEM

Il glamour anni ’30 e ’40 – ispirato a star come Vivien Leigh e Lauren Bacall – di Erdem. Le linee sono morbide o in sbieco. Notevoli i look in principe di Galles col motivo del lilium in versione barocca e la cappa in tulle con colletto candido.

erdem_fw16-17_london-fashion-weekerdem_fw16-17_london-fashion-week_3erdem_fw16-17_london-fashion-week_4erdem_fw16-17_london-fashion-week_8

 

OGGETTI DELLA MEMORIA. CHRISTOPHER KANE

Le rose appassite, le spille da balia con pendenti gioiello, le piume sulle tuniche asimmetriche, i fiori crochet, i bottoni da mercatino delle pulci, i nastri di seta. La bellezza di un tempo che fu e il ricordo malinconico di Christopher Kane.

C’è l’omaggio alla madre mancata da poco nei copricapo in cellophane di Stephen Jones o nella lana dall’aspetto usato. Ma l’ispirazione portante proviene dagli oggetti densi di memoria collezionati dalle donne in casa di cura.

christopher-kane_evan-schreiber_dazed_fw16-17_london-fashion-week

ph. Evan Schreiber – Dazed

christopher-kane_fw16-17_london-fashion-week_4christopher-kane_fw16-17_london-fashion-weekchristopher-kane_fw16-17_london-fashion-week_2christopher-kane_fw16-17_london-fashion-week_3



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

FacebookTwitterTumblrPinterestGoogle+
css.php